SARS (sindrome respiratoria acuta grave) i sintomi, i trattamenti, le cause, e altro ancora

Sindrome respiratoria acuta grave (SARS) è una malattia respiratoria che per prima infettato persone in parti dell’Asia, America del Nord e in Europa alla fine del 2002 e all’inizio del 2003. SARS è causata da un tipo di coronavirus, che può causare da lieve a moderata malattia delle vie respiratorie superiori , come il raffreddore comune. Questo virus è nota come SARS-CoV.

Come la maggior parte delle malattie respiratorie, la SARS si diffonde principalmente attraverso il contatto con la saliva infetta o le goccioline di tosse. Non è possibile ottenere la SARS di breve, l’esposizione casuale di una persona infetta, come passare qualcuno per strada. In generale, è necessario avere uno stretto contatto di essere infettati. Lo stretto contatto comprende che vivono con o prendersi cura di una persona che ha la SARS o respirando l’aria che una persona infetta espirata. Ma in alcune condizioni, la SARS si è diffusa all’interno di un condominio e per gli operatori sanitari. Focolai di SARS non sembrano essere stagionale.

Un’infezione può svilupparsi dopo

È possibile SARS possono essere trasmessi in altri modi, ad esempio toccando oggetti che sono contaminati con feci di una persona infetta. Ciò potrebbe accadere se la gente non si lavano le mani dopo aver usato il bagno.

La malattia non sembra diffondersi da una madre al suo bambino alla nascita. 1

I sintomi principali sono febbre, tosse secca, respiro corto, o difficoltà di respirazione. Una persona con la SARS può anche sperimentare un mal di testa, dolori muscolari, mal di gola, affaticamento e diarrea. Una persona anziana può sentirsi malessere generale (malessere) e perdere il suo appetito, ma non avere la febbre. 1 Per alcune persone i sintomi peggiorano rapidamente, rendendo un ospedale soggiorno necessario.

La condivisione di cibi e bevande con una persona infetta; Abbracciare o baciare una persona che ha la SARS; Lo stretto contatto con una persona infetta; Ottenere le minuscole goccioline sulle mani toccando superfici o oggetti contaminati e quindi di toccare occhi, naso o bocca.