test infezioni a trasmissione sessuale – Panoramica argomento

Le infezioni sessualmente trasmesse (IST) sono alcune delle infezioni più diffuse sia negli Stati Uniti e nel mondo. Malattie sessualmente trasmissibili colpire sia uomini che donne, e due terzi di tutte le malattie sessualmente trasmissibili verificarsi in persone di età inferiore ai 25. L’esposizione a un STI si può verificare ogni volta che si hanno rapporti sessuali che coinvolge i genitali, la bocca (orale), o del retto (anale) . è più probabile di esposizione se si dispone di più di un partner sessuale o non si usa il preservativo. Alcune malattie sessualmente trasmissibili può essere diffuso attraverso il contatto non sessuale, come ad esempio durante la consegna di un bambino o durante -feeding seno.

Ci sono almeno 20 diverse malattie sessualmente trasmissibili. raccomandazioni di prova per alcune delle malattie sessualmente trasmissibili più comuni svolte negli Stati Uniti seguono. In generale, il test è raccomandato per quelli ad alto rischio.

Chlamydia è una STI comune negli Stati Uniti. Se non curata, la Clamidia può portare a molte complicazioni, soprattutto per le donne. Se una donna ha la clamidia, quando partorisce, il suo neonato può avere l’infezione.

Gli Stati Uniti Preventive Services Task Force (USPSTF) consiglia clamidia test per tutte le donne di età sessualmente attiva 24 e più giovani. La USPSTF raccomanda inoltre di prova per le donne di età superiore a 24 con comportamenti sessuali ad alto rischio. La task force non indica quante volte deve essere proiettato. Dopo aver esaminato tutte le ricerche, la USPSTF non ha raccomandato a favore o contro lo screening clamidia regolare per gli uomini. 1

I Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC) raccomanda lo screening ogni anno per gli adolescenti sessualmente attivi e le donne fino a 25 anni le donne di età superiore a 25 anni che hanno comportamenti sessuali ad alto rischio dovrebbero anche essere sottoposti a screening ogni anno. 2 Si può avere un test delle urine per la clamidia (se è disponibile nella vostra zona), anche se non si dispone di un esame pelvico o genitale completo.

Il CDC raccomanda test per le donne in gravidanza con comportamenti sessuali ad alto rischio, in modo da non diffondere la clamidia per i loro bambini. Tutte le donne incinte dovrebbero essere sottoposti a screening durante la loro prima visita prenatale. Se una donna incinta è ad alto rischio per la clamidia, può essere testato di nuovo durante il suo terzo trimestre.

Il CDC raccomanda inoltre di avere nuovamente il test 3 a 12 mesi dopo aver terminato il trattamento. Le donne che sono stati diagnosticati e trattati per la clamidia può farlo di nuovo se hanno rapporti sessuali con lo stesso partner o partner. 2

Per ulteriori informazioni, Chlamydia.